La Costiera dei Cech

WP_20180326_17_43_46_Pro

La Costiera dei Cech si estende sulla sponda soliva della Valtellina, dal Monte Bassetta al Culmine di Dazio. Fin da epoche antichissime, le popolazioni di origini celtiche, liguri ed etrusche insediate in Valtellina, hanno trovato nella Costiera dei Cech un clima ideale per vivere.
Intorno al 770 la costiera vede l’invasione da parte dei Franchi che, scesi dallo Spluga per invadere i Longobardi, sembra abbiano dato il nome alla Costiera (Cech = Franchi).

La particolare conformazione del territorio ha fatto sì che i nuclei di case non si sviluppassero attorno ad un centro, ma fossero disposte longitudinalmente sulla costa, creando tante piccole frazioni. In particolare osservando i due comuni di Civo e Dazio, comprendiamo come questo fenomeno abbia portato alla costruzione di ben tredici campanili. Ciascuno con una propria storia da raccontare, disseminati tra vigne, prati, castagneti.

Oggi, camminando o pedalando per le strade dei Cech, si sente ancora il profumo di quella storia. Percorrendo le antiche mulattiere sembra quasi che il tempo si sia fermato. Solo guardando a valle, ci si rende conto che la vita va avanti. Solo il lieve rumore del fondovalle ci riporta al presente. Ma in questo modo si apprezza ancor di più il luogo in cui ci si trova.

Le possibilità di percorsi a piedi o in bici sono numerosissimi. In base agli obiettivi degli ospiti, forniremo indicazioni specifiche.
Nel frattempo, si può visitare il sito “Paesi di Valtellina“.